Il Panificio Adritico di Bari

La nostra storia familiare e professionale

Panificio Adriatico di Bari vanta una lunghissima tradizione nell’ambito della panificazione, in quanto il primissimo panificio di proprietà della famiglia Concordia ha iniziato la propria attività nel 1932 in via De Giosa.
Il primo laboratorio di proprietà risale quasi ad un secolo fa ed era allora gestito da Giovanni, il bisnonno dell’attuale proprietario.
Quella del Panificio Adriatico di Bari è dunque una storia di famiglia che si tramanda da ben tre generazioni, fatta di passione e amore per questo nobile lavoro, oltre che di attenzione e cura per la ricerca e la selezione di farine e lieviti naturali.
Per comprendere appieno quale sia il grado di genuinità dei nostri prodotti e l’impegno che mettiamo ogni giorno nel produrli, vale la pena approfondire i trascorsi e il ricco passato che caratterizzano Panificio Adriatico.
E’ infatti importante precisare che, quando viene aperto il primo panificio negli anni trenta del ‘900, la famiglia già gestiva un panificio in via Nicolai, nato a fine ottocento.
Le radici del nostro lavoro, quindi, sono ancora più antiche e risalgono ad un periodo storico in cui ogni lavorazione veniva eseguita interamente a mano e con prodotti esclusivamente naturali.
Ed è questo il nostro attuale obbiettivo: riportare in auge e recuperare integralmente queste antiche usanze e gli ingredienti salutari di un tempo.
Inoltre, ogni generazione della famiglia Concordia è stata caratterizzata dalla vendita di un prodotto specifico, considerato di punta.

Per il bisnonno, durante la seconda guerra mondiale, fu l’introduzione di pani del tipo americano, come il pane in cassetta.
Giuseppe, l’attuale proprietario del Panificio Adriatico di Bari, invece ho fatto un salto indietro negli anni, con l’intento di riscoprire oggi le materie prime usate una volta e riproporre le delizie tradizionali pugliesi per la grande distribuzione. 
Il nostro attuale lavoro si struttura dunque sulla ricerca e la valorizzazione delle risorse territoriali, nazionali, ma soprattutto pugliesi.
Ci adoperiamo con rinnovato impegno per studiare e migliorare i processi di panificazione, utilizzando esclusivamente farine di grani antichi, materie prime biologiche e lieviti naturali.
Tutti ingredienti indispensabili per la preparazione di prodotti ad alto valore nutrizionale, sani, genuini e senza l’aggiunta di lieviti artificiali, additivi, conservanti, coloranti o altre sostante estranee.
I risultati non hanno tardato ad arrivare e la nostra fatica è stata premiata, poiché l’azienda riscontra una costante crescita ed un progressivo consenso professionale.
La nostra clientela è sempre più fedele e affezionata, ma soprattutto numerosa.
La committenza, sia al dettaglio che all’ingrosso, aumenta considerevolmente, inoltre sempre più persone si accorgono di noi e del nostro operato.

Riceviamo riconoscimenti e attestati di stima da privati e da grandi aziende, oltre che da Enti e Istituzioni, a testimonianza del fatto che i nostri sacrifici non sono vani, anzi, tanta ricerca e tanta passione vengono apprezzati e valorizzati. 
Inoltre sono sempre più richieste per Panificio Adriatico di Bari le collaborazioni con strutture e laboratori di ricerca dedicati al mondo della panificazione e dell’alimentazione.
Primo fra tutti il Dipartimento di Scienze del Suolo, della Pianta e degli Alimenti dell’Università di Bari, che ha coinvolto Panificio Adriatico per studi sulla trasformazione di grani antichi in prodotti da forno.
Seguono importanti attività di tutoraggio per i laureandi in Scienze e Tecnologie Alimentari, che ci hanno visti impegnati attivamente nel corso dello svolgimento di tirocini pratico-applicativi.
A ciò si sommano le numerose partecipazioni ufficiali ad eventi, convegni e manifestazioni a sostegno di una corretta e salutare alimentazione.
Ciò che ci distingue dalla concorrenza e che ci rende così apprezzati e richiesti è soprattutto il duro lavoro svolto per recuperare farine tradizionali.
Ovviamente l’attenta e professionale attività di studio delle tecniche di panificazione, soprattutto storiche, si fonde anche con la spasmodica, quasi maniacale, ricerca di qualità del prodotto e i numerosi tentativi di sperimentazione che ci hanno portato alla produzione di alimenti “nuovi” e innovativi.
Tutti questi sono i principi su cui si basa l’attività del Panificio Adriatico di Bari, di attuale proprietà di Giuseppe Concordia, panettiere barese cinquantenne, forte di una lunghissima tradizione familiare e di intere generazioni che prima di lui si sono dedicate a questo lavoro con la medesima passione e il medesimo impegno.

Oggi Panificio Adriatico dispone di un unico emporio nel Sud Italia, recentemente premiato dalla guida del Gambero Rosso, dove si pratica la panificazione con farine tradizionali ad alto livello. 
Questo interesse di Giuseppe per i grani antichi e per le lavorazioni tradizionali è nato quasi per curiosità, sono state poi le necessità professionali ad indurlo ad un’applicazione concreta dei propri studi.
Ne nasce, così, un percorso professionale personale che ha portato a risultati inaspettati e originali, ancora prima che l’uso delle farine alternative andasse di moda.
Si tratta di un lavoro lento ma gratificante, certificato e attestato anche dalle collaborazioni con il mondo dell’Università, che hanno contribuito attivamente al perfezionamento delle tecniche adottate.
Panificio Adriatico, alla luce dei fatti, può dichiarare senza indugi di essere l’unico panificio del Sud Italia ad operare in questo modo e, soprattutto, in ambiti così prestigiosi.

L’ultima novità è costituita poi dalla pasticceria, in gran parte prodotta senza latte, uova, burro, zucchero e margarina.
Una soluzione non solo indicata per chi segue uno stile di vita vegano, ma anche per tutti coloro che sono afflitti da intolleranze o che rispettano speciali regimi alimentari.

Un’ulteriore sperimentazione ben riuscita, nata dall’attenzione che Giuseppe mette nei confronti delle nuove esigenze alimentari, oggi in costante aumento.
L’intento, anche in questo caso, è proprio quello di far combaciare e coesistere queste neonate necessità nutrizionali con il recupero di tradizioni e usanze.
Ma il vero segreto della produzione di Panificio Adriatico risiede sempre nella costante attenzione rivolta alla macinazione dei grani, nonché la lievitazione e al recupero di farine antiche in purezza.
Non solo, la nostra attività di panificazione prevede l’uso esclusivo del lievito madre, sia di farine antiche che di grano saraceno.
Quale futuro Giuseppe si augura per il proprio Panificio Adriatico?
Quello in cui sarà sempre più libero di lavorare senza vincoli, esplorando nuove materie e trasformando così il proprio panificio in un laboratorio vero e proprio, dedito alla sperimentazione e alla ricerca, in nome di un’alimentazione sempre più sana e naturale.
Intanto, però, continua con il proprio impegno e con il proprio lavoro al servizio dei clienti e di tutti coloro che amano mangiare in modo genuino.

Shopping Basket